Pesci d'acqua salata

Pesci d’acqua salata colorati: specie vivaci per un’esplosione di colore nell’acquario

Pesci d’acqua salata colorati: specie vivaci per un’esplosione di colore nell’acquario, nel post a cura di Acquari.org

Avere un acquario in casa può essere un buon investimento a medio e lungo termine. Ma bisogna conoscere le basi prima di potersi adoperare in tal senso. Le competenze, è vero, si acquisiscono soltanto con la pratica, ma in buona teoria non guasta in questi casi. Anche scegliere i migliori pesci d’acqua salata colorati e vivaci è tutt’altro che compito semplice. Non basta solo avere occhio, ma serve molto altro.

Perché, comunque, per molti può essere un qualcosa di semplice ma, nonostante l’occhio, come è giusto che sia, voglia la sua parte, non possono certamente mancare altri fattori altrettanto importanti che, poi, sono decisivi per far sì che l’acquario diventi davvero unico nel suo genere.

Pesci d’acqua salata più vivaci e colorati in un acquario

I pesci colorati presenti in un acquario d’acqua salata tendono chiaramente a rendere più armonioso l’ambiente in cui vivono dal punto di vista cromatico, ma non solo.

Quindi, prima di sceglierli, occhio al colore dominante dell’acquario.

Acanthurus Leucosternon

Uno dei pesci più amati e desiderati in questo senso si chiama Acanthurus Leucosternon. Il nome più facile da ricordare è pesce chirurgo dalla gola bianca. Una specie caratterizzata da distese di blu poste ai lati, vicino alle branchie, oltre che da una pinna di colore giallo che lo rende inconfondibile.

Questo pesce ha bisogno di una vasca grande per potersi ambientare al meglio e si nasconde, spesso e volentieri, in rifugi costruiti da lui stesso. Di fatto, implica un livello di competenza in tema di allevamento e mantenimento medio/alto, dunque non propriamente adatto per i principianti.

Pesce pagliaccio

Il pesce pagliaccio è il più comune in assoluto, reso famoso a livello mondiale dal cartone animato riconducibile a Nemo. Non possono fare a meno delle anemoni, componenti fondamentali da inserire in un acquario, altrimenti non riuscirebbero a sopravvivere. Mangia di tutto, quindi da questo punto di vista non fa molte difficoltà.

Pesce farfalla

Il colore giallo del pesce farfalla dal naso lungo lo rende particolarmente eccentrico. Vive per lo più in coppia e mangia soprattutto piccoli invertebrati e crostacei. Necessita di una nutrizione specifica e dettagliata.

Pesci d’acqua salata colorati più resistenti

A prescindere dai toni e dalle sfumature che un pesce d’acqua salata apporta all’interno di un acquario, gestirlo implica una serie di valutazioni da fare in senso positivo o negativo. La resistenza, ad esempio, è un valore aggiunto di cui tenere conto nella scelta di un buon allestimento per acquario.

Centropyge

Il centropyge, di colorazione arancione, è una delle specie più longeve nel tempo in assoluto. Non ha una tendenza spiccata alla socialità con i suoi coinquilini, ma può essere un pesce dalla tenuta e dalla resa soddisfacente.

Questi pesci mangiano sia cibi secchi che surgelati, a maggior ragione se inseriti in particolari fessure poste all’interno di rocce, le quali rappresentano i loro rifugi preferiti. Prediligono acquari di piccole dimensioni, dove non hanno eccessiva compagnia intorno.

Chromis

Il Chromis ha quella colorazione compresa tra il verde chiaro e il blu marino che lo rende particolarmente appetibile agli occhi, nel senso visivo del termine.

Vive per lo più in gruppo e si alleva facilmente, essendo abituato a mangiare praticamente di tutto. Bastano almeno una decina di esemplari per rendere l’acquario vivibile e accogliente per chi lo frequenta.

Damigella azzurra

La Damigella azzurra è un pesce piuttosto piccolo, ma dall’aria pacifica, ma allo stesso tempo aperta e socievole. Ideale se si possiede un grande acquario dove poter ospitare banchi di estesi gruppi. Non supera i 7 cm di lunghezza e può vivere fino a 4 anni, se tenuto bene.